martedì 22 agosto 2017,
     
 
Itis Volterra - PON 2014-2020
Amministrazione Trasparente
Amministrazione Trasparente
Pubblicità legale
Servizi e informazioni per i genitori
L'Istituto ha attivato i seguenti servizi per genitori:
- verifica assenze e ritardi;
- prenotazione colloqui;
- valutazioni quadrimestrali (pagelle);
- iscrizioni on line.
MaD
Messa a disposizione
Graduatorie
Bandi di gara e contratti
Programma Erasmus plus
Itis Volterra - Progetto E-Tourism 2015
Robotica
RoboCup Junior Italia
RoboCup Junior Selezione Veneto
Progetto pilota
Albo sindacale
Alternanza scuola lavoro
Ogni anno i nostri studenti possono partecipare agli stages professionali organizzati presso aziende locali del settore di appartenenza.  » Itis Volterra, Alternanza scuola lavoro
Certificazioni
LEGO® Education

Il nostro Istituto è certificato LEGO® Education INNOVATION STUDIO (LEIS). »

Inaugurazione laboratorio LEIS. »
 
Il nostro istituto è Local Academy Cisco System per conseguire la certificazione CCNA.  » Itis Volterra,  
 
Il nostro Istituto è Test Center per il rilascio della Patente Europea del Computer.  » Itis Volterra,  
 
L'istituto organizza per gli studenti interessati corsi specifici di preparazione agli esami dell'University of Cambridge - ESOL Examinations per il conseguimento di una certificazione della competenza della lingua inglese PET e /o FCE.  »
Biblioteca d’istituto - Catalogo Online
 
   
 Utenti collegati: 611
 Visite: 4648
Dipartimento di Religione Cattolica  

Coordinatore: prof.ssa Paola Ghiraldelli.

Chi siamo
Prof.sse Marika Polloni insegnante di biennio e Paola Ghiraldelli docente di triennio.
Ci coordiniamo periodicamente per cercare di mettere in atto strategie comuni per farci carico delle problematiche dei nostri studenti , rispondere alle loro attese, a quelle delle famiglie e inserirci attivamente nella finalità della scuola.
I Programmi seguiti sono quelli ministeriali e inseriti nel POF.
Ogni docente elabora e in maniera autonoma delle riflessioni, approfondimenti, iniziative, progetti idonei alla fascia di età degli studenti e che vengono messi a disposizione in file da scaricare.

Il libro di testo: per il Biennio Sergio Bocchini, Religione e Religioni, Bologna, Edizioni Dehoniane, 2004;

per il triennio: Pajer Flavio, Religione. Cristianesimo: storia teologia etica, Torino, SEI, 1995.

I.R.C. Cos’è?
L'Insegnamento della Religione Cattolica è una disciplina scolastica a tutti gli effetti. Non è mossa da finalità catechistiche, ma si qualifica come proposta culturale offerta a tutti, credenti e non.
In tal senso si propone come insegnamento che va oltre le personali scelte di fede, essendo prioritaria la sua vocazione culturale: decidere di avvalersi dell'Insegnamento della Religione Cattolica per un ragazzo non significa dichiararsi cattolico, ma piuttosto scegliere una disciplina scolastica che si ritiene abbia un valore per la crescita della persona e la comprensione della realtà in cui siamo inseriti.

  • La presenza, nel contesto scolastico, dell'Insegnamento della Religione Cattolica è legata dunque, in base al nuovo Concordato, a motivazioni culturali e pedagogiche. Proprio per questo, lo Stato attribuisce all'Insegnamento della Religione Cattolica, svolto «nel quadro delle finalità della scuola», una dignità formativa e culturale pari a quella delle altre discipline. Questo si fonda su un triplice riconoscimento:

a) il fatto religioso ha una notevole rilevanza culturale per comprendere la nostra storia;
b) i principi del cattolicesimo fanno parte del patrimonio storico del popolo italiano;
c) l'Insegnamento della Religione Cattolica contribuisce a dare una risposta specifica al bisogno di significato che ciascuno ha in sé.

  • L'Insegnamento della Religione Cattolica viene svolto in conformità alla dottrina della Chiesa e accetta, al tempo stesso, di assumere le finalità della scuola, proponendosi non come realtà anomala nell'ambiente scolastico, ma come attività integrata nel complesso dell'esperienza didattica.
  • Con esso, come per ogni disciplina, ci si propone l'acquisizione di conoscenze specifiche, la trasmissione di informazioni corrette e pertinenti, nel rispetto dello spirito critico e della libertà dello studente.
  • Nel caso specifico di questa disciplina, i contenuti sono legati al fatto religioso (cristiano in particolare) in rapporto agli interrogativi fondamentali che ciascun uomo si pone. Oltre agli obiettivi didattici, l'Insegnamento della Religione Cattolica si offre come strumento per la realizzazione di finalità educative e formative: si tratta della crescita umana, libera e responsabile, in rapporto alle scelte del credente.

In sintesi
Religione, cultura e scuola sono tre realtà fra loro strettamente in relazione.
Il termine cultura indica il patrimonio della tradizione e del sapere scientifico, letterario e artistico di un popolo; con scuola si intende un'istituzione avente fini educativi che, attraverso un'istruzione metodicamente ordinata, ha il compito di affiancarsi (e non di sostituirsi) alla famiglia, al fine di promuovere tramite contenuti propri l'autonomia del giovane, la sua formazione razionale, critica, aperta al confronto; la religione, infine, indica quel complesso di credenze e di atti di culto che collega la vita dell'uomo ad un ordine superiore. in particolare alla divinità.
È riconosciuto anche da parte della cultura cosiddetta «laica» (seppure in base a considerazioni puramente storiche e antropologiche, condivise anche dal credente) che la religione è parte integrante delle matrici culturali di ogni civiltà: la comprensione di determinati periodi e processi storici, gli usi e i costumi dei popoli, le loro espressioni artistiche e le conoscenze scientifiche risentono pienamente dell'influenza religiosa.
Tralasciare, quindi, detta componente nella scuola significa non capire appieno la nostra realtà culturale e misconoscere addirittura le proprie radici costitutive.
L'avvento del cristianesimo, e specificatamente del cattolicesimo, ha cambiato il volto dell'Occidente in maniera irreversibile e questo non solo per i credenti, ma anche per i non credenti: esso si è affermato come un vero e proprio «orizzonte» spirituale, che si è imposto in maniera tale da non essere più suscettibile di svalutazione.
Paradigmatico è il titolo del celebre saggio «Perché non possiamo non dirci cristiani», scritto dall'idealista e «non credente» Benedetto Croce: il Cristianesimo, una volta apparso, è diventato un termine di confronto imprescindibile anche per il non credente, in quanto componente fondamentale dello stesso processo culturale.
Quindi non è difficile capire i motivi della presenza dell'Insegnamento della Religione Cattolica nella scuola italiana, il ruolo che esso svolge riguardo lo studio del fatto religioso come espressione dello spirito e della cultura dell'uomo.

La finalità dell'Insegnamento della Religione Cattolica non è tanto la conversione o la maturazione della personale esperienza di fede dello studente, quanto, piuttosto, il pieno sviluppo della personalità dell'alunno nella sua componente umana e civica, così come è sottolineato nel Concordato fra la Santa Sede e la Repubblica Italiana.
 
   
Copyright © 2008 - 2017 I.T.T.S. "Vito Volterra" - via Milano, 9 - San Donà di Piave, Venezia
tel. 0421.339411 - fax 0421.339441 - Codice scuola VETF060003 - C.F. 93003040271
vetf060003@istruzione.it - vetf060003@pec.istruzione.it
       
   

CSS Valido!

Valid XHTML 1.0 Transitional

Creato con la migliore sicurezza in Wordpress